Distribuzione territoriale dei vini di questo blog

Tuesday, May 02, 2006

PRESENTAZIONE

Ho deciso di creare un blog sui vini, mosso dal grande amore che ho per i prodotti della terra e per le tradizioni dei tutti i Paesi del mondo. L'Italia è la Nazione che, nell'ambito della produzione enologica, tanto ha dato e tantissimo da a tutti gli appassionati, in
termini quantitativi e qualitativi. L'enorme varietà di cultivar, la forte estenzione in termini di latitudini, la difficile orografia del Paese, le differenze antropologiche, le influenze derivanti dalle dominazioni subite nell'arco di molti secoli, hanno causato una grande differenziazione varietale e di modalità produttive.

Oggi le conseguenze sono piacevolmente visibili a tutti: centinaia di D.O.C. e decine di D.O.C.G. sono attualmente accreditate nel Bel Paese. E' una situazione che ci rende giustamente orgogliosi, ma che ci porta spesso ad una chiusura ostinata (che spesso assume connotazioni provinciali) nei confronti dei vini prodotti in tutti i Paesi vitivinicoli del mondo, in alcuni casi nuovi arrivati, in altri con tradizioni millenarie e consolidate alle spalle.

Alcuni profani, ad esempio, tendono spesso a meravigliarsi alla notizia che alcune zone del''Europa centro-settentrionale o orientale siano da millenni la culla di vini meravigliosi, forse di nicchia, ma che assicurano esperienze sensoriali assolutamente formidabili.

Il mio scopo, nei post che pubblicherò periodicamente, sarà quello di condividere le mie esperienze con gli utenti della rete, avendo come linee guida la completezza delle informazioni, l'attenzione ai prezzi ed al consumo consapevole. Per dirlo con una espressione semplice, vorrei aiutare gli utenti ad operare scelte intelligenti e senza preclusioni. Buona Salute a tutti!!

Nelle foto : vendemmia nella zona del Tokaj (Ungheria nord-orientale); viticoltura eroica in Valtellina (foto grande); vigneti in terreni sottoposti a spietratura manuale con muretti a secco (isola di Hvar, Dalmazia centrale, Croazia);

4 comments:

Antonio Candeliere said...

Mi trovo pienamente in sintonia con questa geniale idea del mio amico Pierluigi e avendo vissuto con lui i primi anni di questa nascente passione per i vini mi permetto di dire che penso sia un blog di un professionista appassionato che da polemista “obbligato” si appresta a diventare un cronista senza padroni nel suo nuovo blog. Wine Blog stanno diventando un punto di riferimento costante e di crescente importanza ed una tale iniziativa non può che fare piacere e rendermi curioso sugli sviluppi futuri
Iniziando a parlare di vini chi mi sa commentare la nuova DOCG Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane?

Antonio Candeliere said...

a

venere said...

Ciao Piero! Sono onorata se vorrai linkarmi... Io non sono esperta di vini, ma mi sto un po' avvicinando al campo (anzi, al vigneto) perchè mi sono resa conto che un'ottima cena senza un buon vino è priva di significato... quindi mi farà ben piacere sentire la tua opinione di tanto in tanto... Per quanto riguarda i vini internazionali mi trovi decisamente impreparata: soffro sicuramente di ignoranza ma anche e soprattutto di campanilismo nei confronti del mio Paese e ancor di più della mia Regione (Friuli) che mi offrono già ottimi prodotti... guarirò? Ciao a presto!

pierosalvatore said...

Sono contento che ti stia avvicinando ai vigneti, ti assicuro che è un ambiente confortevole! Con me, parlando di Friuli, sfondi una porta aperta, sono innamorato dei vini friulani e carsici!
Ma il mondo è pieno di delizie. Spero di poterti aiutare a conoscerle. Pierluigi.